a.a. 2014-2015

Obiettivi formativi specifici del Corso

Il corso di laurea si ripromette di fornire ai propri laureati: a) competenze di metodo e conoscenze di base multidisciplinari e interdisciplinari nei settori sociale, storico, politico, giuridico, economico, istituzionale; b) rudimenti di organizzazione del lavoro in svariati ambiti lavorativi pubblici e privati: dalle amministrazioni nazionali alle imprese e alle organizzazioni complesse, in genere; c) competenze di metodo e conoscenze utili ad assistere processi di cambiamento e di innovazione organizzativa nelle istituzioni sopra menzionate; d) competenze di metodo e conoscenze utili a sviluppare la comunicazione politica e istituzionale; e) competenze di metodo e conoscenze utili a comprendere e interpretare le dinamiche socio-politiche contemporanee e ad incidere su di esse in ambito nazionale e internazionale; f) competenze di metodo e conoscenze utili ad assistere le istituzioni pubbliche, le organizzazioni impegnate nella progettazione e nel sostegno di iniziative di promozione dello sviluppo economico, sociale e civile delle comunità umane; g) competenze di metodo e conoscenze utili a favorire l'ottimizzazione dell'impiego delle risorse umane e la gestione delle relazioni fra i componenti delle aziende e delle organizzazioni complesse. All'ottenimento dei fini sopra indicati, i percorsi devono comprendere: a) una conoscenza attiva e passiva di una lingua dell'Unione Europea (livello in uscita corrispondente al livello A2+ del Quadro Europeo) oltre all'italiano; b) lo svolgimento di attività esterne, quali tirocini e stages formativi presso imprese private, amministrazioni pubbliche e organizzazioni del terzo settore. Dal punto di vista organizzativo le attività formative prevedono una parte comune alle due Classi (L16 e L36) rappresentata dalle discipline di base e caratterizzanti ai quali si è attribuito un intervallo di CFU che può variare dal minimo (necessario per rispettare il vincolo previsto da entrambe le classi) a un massimo ritenuto sufficiente a completare la formazione di base e caratterizzante associata ai diversi percorsi formativi previsti. Nel corso del terzo anno il corso di laurea propone percorsi mirati all'acquisizione di conoscenze e competenze maggiormente caratterizzate in senso professionale. Il calendario dell'attività didattica è articolato in due semestri. L'attività formativa è orientata a favorire un rapporto interattivo attraverso lezioni, seminari con docenti interni o esterni (visiting professor), esercitazioni in laboratorio, attività esterne e all'estero. Riguardo alla possibilità di proseguire gli studi, il progetto formativo della Facoltà offre la possibilità di iscriversi al Master universitario di I livello in Innovazione nella Pubblica Amministrazione (MIPA), che offre: - un percorso di specializzazione per laureati interessati ad acquisire conoscenze specifiche sul management del settore pubblico e motivati a intraprendere una carriera nella Pubblica Amministrazione o nella consulenza; - un percorso di aggiornamento e specializzazione per coloro che sono in servizio nella Pubblica Amministrazione. Tra le lauree magistrali sono particolarmente idonee per la prosecuzione degli studi le LM: Amministrazione e politiche pubbliche; Informazione e editoria.

Sbocchi occupazionali e professionali previsti per i laureati

Funzione in un contesto di lavoro:

Supporto alle figure decisionali delle imprese private e degli enti pubblici.

Competenze associate alla funzione:

Lettura critica delle dinamiche politiche, economiche e sociali dei diversi contesti operativi e all'acquisizione di capacità di intervento gestionale, organizzativo, di programmazione, relazione e comunicazione in ambito pubblico e privato, nei settori del governo e dell'amministrazione, della finanza, della comunicazione, dei servizi e dell'impresa.

Sbocchi professionali:

Impiego in ogni settore della Pubblica Amministrazione, sia a livello nazionale che di enti locali; impiego quali quadri intermedi degli organi costituzionali e delle Autorità indipendenti; impiego in settori economici della Pubblica Amministrazione e di enti pubblici e privati, presso istituti bancari e società assicurative; carriere amministrative in enti ed aziende private.
Impiego nella Pubblica Amministrazione e nelle organizzazioni complesse (imprese, aziende pubbliche e private, organizzazioni no-profit, agenzie del mercato del lavoro, organizzazioni politiche, sindacati ed associazioni di interessi economici) con funzioni organizzative, gestionali, amministrative, di pubbliche relazioni, là dove siano richieste specifiche competenze in tema di innovazione amministrativa o di gestione e sviluppo delle risorse umane, impiego in servizi di documentazione, di biblioteca e di archivio di organi dello Stato e di enti pubblici e privati; attività presso uffici stampa, presso agenzie di comunicazione e di informazione.

Requisiti di ammissione

Possesso di diploma di scuola media superiore o di altro titolo di studio conseguito all'estero, riconosciuto idoneo; buona conoscenza della lingua italiana, preparazione culturale ad ampio spettro, idonea ad un approccio di carattere multidisciplinare storico-politico e istituzionale. E' richiesta inoltre la conoscenza di base di una delle lingue straniere attivate (inglese, francese, tedesco o spagnolo). Il possesso di tali requisiti è accertato mediante prova di ammissione, le cui modalità verranno definite nel Regolamento del corso di laurea. L'eventuale esito negativo non preclude l'iscrizione al corso di laurea, ma può comportare l'attribuzione di obblighi formativi aggiuntivi.

La prova finale

La prova finale consiste nella redazione e discussione dinanzi ad apposita commissione di un breve elaborato scritto su un argomento inerente gli ambiti disciplinari del corso. L’argomento sarà concordato con un docente relatore e svolto sotto la sua guida.